La skin care coreana prima e dopo la mascherina

La skin care coreana prima e dopo la mascherina

Indossare la mascherina è un dovere che ci salva, ma porta delle conseguenze alla nostra pelle che dobbiamo evitare con la giusta skin care coreana quotidiana.

Dobbiamo arrivare a Natale presentabili e la pelle fa parte del pacchetto. Ricordiamo in che mese siamo e che fuori non hai il tepore maldiviano, quindi coraggio, non tutto è perso, basta seguire pochi accorgimenti e qualche buon prodotto.
Concentriamoci su un dettaglio fondamentale: cosa stiamo indossando da 10 mesi, tutti i giorni per più ore consecutive? no non sono le mutande, quello ho fiducia che lo facciate da molto più tempo. Pensateci bene: la odiano tutti, ma se non la mettiamo siamo fritti.

Sì, è la mascherina!

La nostra pelle, purtroppo, ci è negazionista a tutto spiano, non la vorrebbe e per farcelo capire erutta imperfezioni, arrossamenti e infiammazioni varie o brufoli come tu fossimo quindicenni di primo pelo.

LA SKIN CARE COREANA QUOTIDIANA PRIMA E DOPO LA MASCHERINA

Idratare, non esfoliare, nutrire, non fare scrub. Sotto alla mascherina, col fiato e il microclima caldo-umido che si crea, proliferano i batteri, questo è certo. Ricordiamo poi che deriviamo da un lockdown pesante di questa primavera, dove dovremmo aver avuto tempo di prenderti cura di noi e quindi della nostra pelle. Stare sempre in casa ha indebolito le difese della pelle, ma la cosa che ha inciso di più sul benessere della pelle, è stata l’alimentazione: eccesso di carboidrati e cibi spazzatura ha fatto aumentare la sensibilità della pelle e anche le impurità legate ai grassi. 

Si presenta il problema del maskne. Per assonanza abbiamo già capito: è l’acne dovuto alla mascherina. Tra le mascherine che possono causare maskne troviamo quelle più rigide le mascherine FP2 ed FP3 mentre quelle più leggere e  in tessuto, danno meno problemi perché sono meno occlusive ma non sono omologate come presidio medico.
Quindi il nemico non è solo il tepore occluso sotto alla mascherina, ma anche il continuo sfregamento causa rossori e secchezza. Per non peggiorare la situazione, basta utilizzare i prodotti corretti, valutarne non solo il packaging o il prezzo che ci attira, ma imparare a leggere gli ingredienti e valutare l’INCI (ne ho parlato qualche settimana fa, proprio qui). Cercate prodotti con ceramidi, gli oli nutrienti e le vitamine, che riescono a trattenere l’acqua negli strati cutanei ed evitare al tempo stesso la comparsa dei brufoli e per gli sfregamenti, optate per prodotti cicatrizzanti che vi eviteranno anche il prurito, che contengano aloe e vitamina E.

SKIN CARE GIORNALIERA PRIMA DI INDOSSARE LA MASCHERINA

Agire in fretta è primario, togliere la mascherina dove possibile è altrettanto importante, applicare i prodotti scelti, ma effettuare uno scrub e una maschera in tessuto vitaminica, a settimana per permettere alla pelle di assorbire meglio i vari sieri o creme scelti.
Parola d’ordine è idratazione continua sia di mattina che di sera con crema o siero molto idratanti. Evitare il trucco sotto alla mascherina, e se proprio non possiamo farne a meno, struccarci con prodotti non aggressivi, come ad esempio acqua micellare e poi schiuma detergente.

Scegliere il metodo layering skin care per non appesantire la pelle, più prodotti per raggiungere lo scopo.
Lavarsi le mani prima di toccare la pelle.
1) detergere: schiume detergenti lenitive e idratanti;
2) usare il tonico: ripristina il ph ideale, ma scegliere prodotti senza alcool;
3) idratare: in modo leggero con prodotti in texture a gel o acque termali;
4) zona contorno occhi: puntiamo tutto su questa zona, quindi idratiamo e magari utilizziamo un prodotto anti-rughe;
5) collagene e acido ialuronico: rimpolpa la pelle ed evita i brufoletti;
6) crema solare: anche se non siamo in spiaggia o a passeggiare in alta quota.

Per chi usa il make-up evitare fondotinta troppo coprenti e magari scegliere una BB cream con olio di argan, poco poco correttore ed evitare il rossetto che tanto, con la mascherina, finirà tutto sulla pelle.

SKIN CARE GIORNALIERA PRIMA DI DORMIRE

Arrivata a sera la pelle sarà particolarmente segnata, sudata e arrossata. Iniziare struccandosi con un prodotto delicato o un’acqua micellare. Poi passare alla cosiddetta “doppia detersione”: detergere il viso con due detergenti, uno oleose e l’altro schiumogeno. Usare il detergente oleoso per sciogliere il make-up (senza utilizzare acqua), mentre usare il detergente schiumogeno, da applicare direttamente su quello oleoso.
Di sera l’idratazione deve essere più intensa, con texture leggere ma idratanti e nutrienti. 

Imprenditrice di me stessa. Giornalista, donna...

There are no comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.