La coppia dei sogni corre a Rio
sport

La coppia dei sogni corre a Rio

Le luci su Rio De Janeiro non si devono ancora spegnere. Lo sport non ha finito di rendere orgogliose le nazioni e la pioggia di medaglie porterà un po’ di sereno anche nel nostro Paese. Iniziano le Paralimpiadi e io sarò nuovamente incollata davanti alla tv. Forse stavolta seguirò con maggiore trasporto: persone che, come me, nella vita di tutti i giorni fanno i conti con disabilità che plasmano le vite, si trasformano in leoni pronti a tagliare traguardi.

sportTanti gli atleti partiti dall’Italia, ma ho già i miei preferiti, perché talvolta oltre allo sport, è bello conoscere anche le vite di chi indossa quelle tute. Aspetto di veder gareggiare ‘la coppia dei sogni‘ sostenuta da Allianz Global Assistance, Arjola Dedaj ed Emanuele Di Marino. Lei, albanese, ipovedente,  lavora nella centrale operativa di Allianz Global Assistance, mentre lui, salernitano all’ultimo anno di giurisprudenza con una malformazione ossea al piede. “La coppia dei sogni”, proprio questi sogni sono il motore che fanno arrivare Arjola ed Emanuele oltreoceano per coronare uno dei loro desideri: vincere insieme.

Arjola ed Emanuele sono atleti paralimpici: lei ha come specialità 100 e 200 metri e il salto in lungo, lui insegue 100, 200 e 400 metri.

Una coppia vera, sia nello sport, sia nella vita. Un amore nato sulla pista di atletica, un sentimento conquistato delicatamente metro dopo metro, fatto di empatia e massima fiducia. Un rapporto che ha radici profonde, mosse dalla stessa passione per la corsa, alimentate da quel cordino che li lega in pista come nella vita. Perché serve disciplina, ma anche amore negli obiettivi da perseguire. La ‘coppia dei sogni’ conosce bene il terreno in salita sul quale ogni giorno si scontrano e sudano, con qualcosa in meno rispetto agli altri, ma forse con una grinta maggiore per conquistare la vetta. Accade proprio così: quando la vita ti toglie qualcosa e parlo di un senso come la vista o ti limita nei movimenti, sviluppi un carattere più combattivo per equilibrare la mancanza e riuscire a stare a galla in questa vita che, purtroppo, ancora non è così semplice se associata alla disabilità.

Dietro a questa coppia c’è un bel percorso: emotivo, sportivo e lavorativo. Infatti, Arjola fa parte del progetto di Corporate Social Responsability “My Light” sviluppato da Allianz Global Assistance in Italia. L’obiettivo del progetto “My Light” è quello di integrare personale con disabilità visiva nella Centrale Operativa di assistenza 24h mediante lo sviluppo di un software accessibile e integrato con quello già in uso. Gli operatori di assistenza ipo e non vedenti ricoprono un ruolo attivo e dinamico e, al pari degli altri colleghi, possono fare “la differenza” nella risoluzione del problema presentato dal cliente. La filiale italiana è stata scelta come Business Unit “pilota” in Europa per l’attuazione di questo progetto, che contribuisce a qualificare Allianz Global Assistance come una delle aziende tecnologicamente più avanzate e maggiormente attente alla responsabilità sociale, in Italia e nel resto del mondo.

Continuate a sognare ragazzi, facendo emozionare anche noi!

sportDietro a questa coppia c’è un bel percorso: emotivo, sportivo e lavorativo. Infatti, Arjola fa parte del progetto di Corporate Social Responsability “My Light” sviluppato da Allianz Global Assistance in Italia. L’obiettivo del progetto “My Light” è quello di integrare personale con disabilità visiva nella Centrale Operativa di assistenza 24h mediante lo sviluppo di un software accessibile e integrato con quello già in uso. Gli operatori di assistenza ipo e non vedenti ricoprono un ruolo attivo e dinamico e, al pari degli altri colleghi, possono fare “la differenza” nella risoluzione del problema presentato dal cliente. La filiale italiana è stata scelta come Business Unit “pilota” in Europa per l’attuazione di questo progetto, che contribuisce a qualificare Allianz Global Assistance come una delle aziende tecnologicamente più avanzate e maggiormente attente alla responsabilità sociale, in Italia e nel resto del mondo.

Continuate a sognare, facendo emozionare anche noi!

sport

ph credits Alessandro Trovati
Imprenditrice di me stessa. Giornalista, donna...

There are no comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart