ITALIA|| Back Home

ITALIA|| Back Home

d
Abbiamo perso contro l’Uruguay. Per noi il Mondiale termina così. Strali, anatemi, critiche piovono sulla Nazionale con una foga che nemmeno durante la lapidazione di condanna a morte. Esagerazione? la chiamerei esasperazione. Abbiamo sempre il disperato bisogno di sentirci Patria in ambiti goliardici, mentre nelle situazioni davvero di unione siamo bravissimi a fare come l’olio e l’aceto…ognuno per la sua strada.
Hanno fallito, forse un pò fotocopia dell’intero nostro Paese. Prendiamola un pò alla leggera, facciamo di questa sconfitta un pò di sana auto-ironia. Si è vero correndo dietro un pallone e mancando anche l’obiettivo si portano a casa i milioni, ma questa è l’invidia che parla. Le cose non cambiano perchè si perde, le cose possono cambiare perchè a prescidere si fa rimostranza.
Il gesto di Prandelli è apprezzabile, si è fatto da parte perchè ha fallito. Ha fallito davvero quando ha calcato la voce nel discorso d’addio, sul suo accertamento di bravo cittadino italiano contribuente dello Stato. Cesare caro, essere pagatore non è un pregio, è una regola di vita e in questo caso non esistono medaglie.
Quando si perde piovono solo rimproveri e critiche, spesso talmente strane da risultare ridicole.
Ecco 10 buoni motivi perchè L’Italia torna a casa:
1) gli scarpini di Buffon non erano uguali;
2) la maglia arancione del portiere dell’Uruguay faceva riflesso;
3) Suarez aveva fretta di fare merenda;
4) le maglie erano talmente strette che non facevano arrivare ossigeno al cervello;
5) i telecronisti Rai, in fondo, tifano sempre la squadra avversaria;
6) la Nazionale non aveva capito che si fa punto lanciando la palla in rete;
7) il calcio italiano è in crisi perchè il prato è il piatto preferito dei vegani;
8) soffrono da ansia da prestazione pensando ad Holly & Benji;
9) manca Aldo Biscardi a commentare le partite;
10) Mario Balotelli aveva lasciato la Maserati in doppia fila.

La sconfitta ha un unico risvolto positivo: i calciatori potranno andare in vacanza, facendo davvero girare l’economia e dando da mangiare ai paparazzi e a noi affamate di gossip.

Amen

Imprenditrice di me stessa. Giornalista, donna...

There are no comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart