Il 2020 cercato sul web e le prospettive online per il 2021

Il 2020 cercato sul web e le prospettive online per il 2021

In questo strano 2020, che ci ha spinto ad uscire di meno e a ridurre i nostri contatti sociali, internet possiamo definirlo un’ancora di salvezza, soddisfacendo curiosità, intrattenendoci con lettura, film e musica, e permettendoci di restare in contatto con gli altri, seppur a distanza.

IL 2020 CERCATO SUL WEB

Quali sono state le parole più digitate sui vari motori di ricerca in Italia?
Grazie alla piattaforma Semrush possiamo capire meglio i numeri di questo 2020. I temi che hanno interessato maggiormente gli utenti nel corso dell’ultimo anno sono correlati al coronavirus, come era facile aspettarsi. La ricerca “contagi oggi” è stata digitata con una media di 902 mila volte al mese, “nuovo DPCM” quasi 651 mila volte e “autocertificazione” 602 mila. Circa 187 mila ricerche mensili medie per l’app Immuni, che è poi stata scaricata da quasi 10 milioni di cittadini. La possibilità di spostarsi tra Regioni è stata verificata online quasi 154 mila volte ogni mese. Grande interesse anche per il bonus mobilità per l’acquisto di bicilette, cercato sul web con una media di 470 mila volte al mese e picchi di 823 mila volte nei mesi di giugno e luglio.

Ma il 2020 non è stato solo il covid19. Il Festival di Sanremo è da sempre un elemento portante della cultura nazional popolare italiana, quest’anno reso ancora più popolare e virale dalla diatriba Bugo-Morgan. L’interesse degli utenti, però si è concentrato sul vincitore, cercato in rete nel mese di febbraio 1 milione e 830 mila volte. Altra questione che ha destato curiosità è stata la questione sulla presunta gravidanza (poi smentita) di Silvia Romano, la cooperante 24enne rapita in Kenya, cercata in rete nel solo mese di maggio 673 mila volte. Forte interesse anche per i fatti di cronaca internazionale, come la morte di George Floyd, che ha dato vita al movimento Black lives matter, cercato online con una media di quasi 221 mila volte al mese, e un picco di 1 milione e 220 mila volte nel mese di maggio, Jonathan Galindo, personaggio del web con il volto di Pippo che istigava gli adolescenti al suicidio dai social, digitato in media 220 volte al mese, con un picco di 1 milione e 220 mila volte nel mese di ottobre, e l’esplosione avvenuta a Beirut, che ad agosto ha suscitato interesse e destato preoccupazione in 1 milione di utenti.

PERSONAGGI FAMOSI CERCATI SUL WEB

Conte è stato inserito nella top 5 anche della classifica delle ricerche più frequenti su Google. Prendendo in esame anche gli altri motori di ricerca, si evidenzia come il nome del Premier venga cercato in rete in media 593 volte ogni mese, toccando il picco ad aprile con 1 milione e 830 mila digitazioni. Un altro personaggio che non è sicuramente passato inosservato nel corso dell’anno è Elettra Lamborghini, cercata online con una media di quasi 863 mila volte al mese (+92% rispetto al 2019).

PROSPETTIVE ONLINE PER IL 2021

Dall’inizio dell’emergenza il 66% degli utenti in Italia è ricorso a nuovi comportamenti di acquisto, affidandosi ad un Brand diverso (rispetto ad uno abituale), servendosi di un sito anche in questo caso meno “consueto” e, dato ancora più importante, circa il 70% ha intenzione di continuare con un approccio innovativo e digitalizzato. In questa ottica, il contesto digitale è diventato non solo un canale di vendita ma una “declinazione di strumenti”; strumenti che interagiscono a vario livello lungo tutto il processo d’acquisto (customer journey del cliente-tipo) e che creano delle opzioni di relazione diverse tra il consumatore e il Brand, che una normale situazione offline escluderebbe. Gli italiani hanno anche sviluppato un desiderio di intrattenimento e comunicazione, dettato probabilmente dalla voglia di evadere dalla clausura domestica e, al contempo, ad usare alcuni strumenti di apprendimento e di home working/smart working. Il 73% del campione ha dichiarato che continuerà a servirsi dello streaming online e il 43% delle videoconferenze per uso professionale. Un buon numero di utenti continuerà, inoltre, a seguire lezioni online per tenere in forma il corpo e la mente (rispettivamente 47% e 49%).

There are no comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.